Virus Cellulari

Se il Vostro telefono cellulare incomincia a comportarsi in modo anomalo potreste avere contratto uno dei NUOVI virus che infettano alcuni modelli di telefoni cellulari

Drever.B è una versione semplificata di Drever.A che attacca solo Simworks Anti-Virus. Con ogni probabilità il virus è effettivamente la prima versione di Drever scoperta solo più tardi del successore.

Skulls.F è ancora in analisi nei laboratori F-Secure, viene comunque identificato da F-Secure Anti-Virus con la “generic detection”, quindi si tratta di un virus poco pericoloso.

Drever.C invece è più pericoloso perchè oltre ad attaccare gli antivirus Kaspersky e Simworks Symbian Anti-Viruses, tenta di inibire anche F-Secure Mobile Anti-Virus. Drever.C tenta di danneggiare il bootloader e i binari di F-Secure Mobile Anti-Virus, ciò nonostante l’antivirus riesce a proteggersi a dovere respingendo l’attacco.

Doomboot.A (conosciuto anche con il nome CABIR) un nuovo virus per smart phone con sistema operativo Symbian (es: Nokia 6600).

Questo “trojan” non è altro che una nuova variante di Commwarrior.B “mimetizzato” in un file .sis che si presenta come versione “crakkata” del gioco Doom2.

Una volta installato questo file non mostra danni apparenti ma se viene spento il cellulare non sarà più possibile riaccenderlo.

Unico rimedio sarà la sua formattazione completa da effettuarsi contemporaneamente all’aggiornamento del software.

Doomboot.A inoltre tenterà di auto diffondersi ad altri cellulari tramite connessione Bluetooth.

Se installato sul telefonino, può causare grossi problemi al terminale. Infatti, una volta preso il controllo dell’apparecchio, inizia ad inviare sue copie tramite Bluetooth e a tutti i numeri di telefono in rubrica tramite Mms.

Risulta pericoloso soprattutto per coloro che hanno l’abitudine di scaricare videogiochi pirata sul proprio cellulare.

Denominato ‘Cabir’, secondo gli esperti, il virus può cancellare la memoria del cellulare e fare salire alle stelle le bollette facendo una serie di telefonate “fantasma”.

I primi casi di virus da cellulare si erano verificati nelle Filippine ed in America lo scorso anno. Il virus si diffonde attraverso i cellulari che utilizzano il software Bluetooth passando da un apparecchio all’altro quando due cellulari si trovano vicini.

Il virus consuma velocemente la batteria del cellulare trasmettendo dati costantemente a qualsiasi altro cellulare che si trova nelle vicinanze.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone
Posted in utility.